VERA GHENO

Intervista a Vera Gheno


#GALATEOLINKEDIN INCONTRA VERA GHENO

Sociolinguista

Vogliamo rendere LinkedIn uno spazio di lavoro più efficace e, al tempo stesso, capace di coltivare un mondo digitale migliore.

La nostra visione è condivisa da alcuni professionisti che hanno scelto di dare un loro contributo attraverso una serie di interviste realizzate dalla redazione di Galateo LinkedIn.

Oggi è la volta di Vera Gheno.


1. Cominciamo dai massimi sistemi: qual è la vera disruption che i social network hanno introdotto nella comunicazione e, nello specifico, nella lingua italiana?

Io, da linguista, non la vedo come una rottura, ma come un’evoluzione: è naturale che ogni cambiamento nella comunicazione, che riguardi i canali, i modi, il pubblico, ecc., porti con sé dei cambiamenti anche nella lingua.

I social media hanno fatto sì che milioni di persone tornassero a scrivere, attività che una volta, usciti dalla scuola, diventava sporadica per chiunque non lavorasse specificamente con le parole.

E questo è un bene, direi. In contemporanea, i nostri orizzonti relazionali si sono espansi considerevolmente, non solo in ampiezza ma anche in complessità: non è mai stato così semplice incontrare persone che la pensano in maniera radicalmente differente da me.

Questa complessità non è certo facile da gestire, anche solo linguisticamente: una parola scelta con leggerezza può provocare un incidente diplomatico… insomma, è tutto molto “nuovo”.

2. Restringendo il campo, e a proposito del tuo lavoro: LinkedIn ti ha aperto qualche tipo di opportunità? Se sì, quale e come ci sei riuscita?

Devo dire, con molta sincerità, che finora ho sottoutilizzato LinkedIn.

L’ho sempre considerato una vetrina lavorativa utile, ma il grosso dei miei contatti professionali è passato, per ora, da altri canali social.

Solo recentemente ho iniziato a rendermi conto di quante possibilità possa dare un canale più “pulito”, più focalizzato, rispetto ad altri.

3. “LinkedIn non è Facebook” è tra i contributi più ricorrenti a #GalateoLinkedIn. Al di là della tautologia utilizzata per semplificare, cosa ci vedi dietro questa affermazione?

Credo che qualsiasi social che non sia Facebook, LinkedIn compreso, debba proprio coltivare le differenze rispetto a questo social; purtroppo, ho la sensazione che molti cerchino invece di “copiare” il più forte sul campo.

Spero che LinkedIn riesca a rimanere differente, sia nei modi di interazione sia nelle finalità.

La cosa buffa dell’affermazione “LinkedIn non è Facebook” è che a seconda del tono questa può diventare sia positiva che negativa. Per me, ad esempio, la differenza è decisamente un bene.

4. Ora ti mettiamo alla prova: descrivi LinkedIn con un’immagine.

Mi viene in mente un grande ufficio open-space, pieno di scrivanie cariche di libri, note, fogli, penne e computer.

5. Per concludere, ti chiediamo un suggerimento da condividere con il popolo di LinkedIn. Quale regola inseriresti in #GalateoLinkedIn?

Non chiedere mai il contatto LinkedIn per motivi non lavorativi (esempio: broccolare, “ciao, mi andava di conoscerti” o simili).

L’ecosistema LinkedIn al momento funziona bene perché è in larga parte privo di “malizia”. Sarebbe bello se rimanesse così.


Vera Gheno si racconta

Vera Gheno è una sociolinguista. Nasce in Ungheria nel 1975. Si laurea e si addottora in Linguistica presso l’Università di Firenze, specializzandosi sulla comunicazione mediata dal computer.

Insegna all’Università di Firenze (Laboratorio di italiano scritto), all’Università per Stranieri di Siena (Applicazioni informatiche per le scienze umane) e al Middlebury College, sede di Firenze (Sociolinguistica). Collabora con l’Accademia della Crusca dal 2000.

Al momento è membro della redazione di consulenza linguistica e gestisce il profilo Twitter dell’ente.

Ha pubblicato un libro, “Guida pratica all’italiano scritto (senza diventare grammar-nazi)” con Franco Cesati Editore.

È inoltre promotrice del Manifesto della Comunicazione non Ostile, lanciato a margine della bella iniziativa triestina Parole O_Stili, dedicata a “promuovere il dialogo e il confronto tra professionisti e personalità di diversi settori a cui le parole e il linguaggio stanno a cuore.”

Vera Gheno su LinkedIn